gennaio 13, 2022 - Sudtirol

Divertimento a "stelle e sci" in Alto Adige!

Le nuove stelle Michelin e gli innumerevoli eventi gastronomici costellano la stagione sciistica altoatesina

Bolzano, 13 gennaio 2022 un cielo molto stellato quello dell’Alto Adige, che lo scorso novembre, durante la cerimonia di assegnazione delle stelle Michelin, si è riconfermato tra i leader assoluti in Italia per il rapporto di presenza di stelle per abitante, con 532.000 abitanti e ben 24 stelle. Un territorio straordinario dal punto di vista turistico, con le sue numerose stazioni sciistiche conosciute in tutto il mondo e i suoi paesaggi mozzafiato, ma anche gastronomico, con un rinnovato panorama grazie a 2 nuove stelle, 5 nuove stelle verdi e 22 stelle riconfermate.

Il gusto dell’eccellenza: le nuove stelle Michelin e stelle verdi dell’Alto Adige

Inizia a San Michele Appiano, piccolo paese alle porte di Bolzano, il tour gastronomico dei nuovi stellati altoatesini e più precisamente all’Osteria Acquarol, freschissima di nuova stella Michelin grazie al lavoro dello chef Alessandro Bellingeri e della sua brigata. È un luogo ricco di storia enogastronomica quello in cui sorge questa osteria contemporanea, in cui protagonisti sono i prodotti di primissima qualità e il legno, fil rouge di un racconto enogastronomico dal sapore unico.

Grandi novità anche per il ristorante 1908 di Soprabolzano, a cui la Guida Michelin ha conferito la prima stella e la stella verde per la sostenibilità. Due traguardi molto importanti per il giovanissimo chef Stephan Zippl, che si è distinto in particolare per la continua ricerca della sostenibilità, nel rispetto della qualità e della stagionalità dei prodotti, ma anche nell’attenzione verso le persone, in particolare sostenendo i piccoli cicli economici locali e collaborando con i produttori della zona.

Stella verde anche per Terra, storico bistellato a Sarentino, nel cuore dell’Alto Adige, che quest’anno si contraddistingue per l’attenzione nei confronti della natura grazie alle scelte a basso impatto ambientale, come i prodotti a km zero, le attenzioni nei confronti dei produttori e dei metodi di produzione, un riciclo più attento e pensato e, in generale, l’utilizzo delle risorse in ottica sempre più sostenibile.

Ultimi ma non ultimi, anche i ristoranti Lerchner’s in Runggen, nei pressi di Brunico, e Antica Locanda del Cervo, a San Genesio a pochi minuti da Bolzano, premiati per la loro innovatività nei metodi, nella scelta dei prodotti e della lavorazione con la prestigiosa stella verde che l’Antica Locanda Cervo vince con una brigata formata interamente da donne.

Un vanto particolarmente importante quello della componente femminile, che in Alto Adige si è distinta su tre fronti: la stella verde della chef Maria Lutz, di Antica Locanda del Cervo, la conferma della stella Michelin per Anna Matscher, storica chef dello Zum Löwen di Tesimo, e la menzione d’onore come Miglior Sommelière 2022 a Sonya Egger del ristorante 1 stella Michelin Kuppelrain a Castelbello. Tre donne che, a modo loro, stanno riscrivendo la storia della cucina in Alto Adige.

Chiude il panorama stellato la necessaria menzione del ristorante St. Hubertus dello chef Norbert Niederkofler, che rimane in testa alle classifiche con le sue riconfermate 3 stelle Michelin e 1 stella verde, celebrative della sua filosofia “Cook The Mountain” in cui, ancora una volta, protagonisti della scena sono i prodotti stagionali e locali, che rispecchiano la bellezza e il carattere delle montagne.

Non solo stelle: tutti gli eventi per una sciata davvero gustosa*

La proposta enogastronomica altoatesina non si limita alle esperienze stellate. Sono infatti tantissime le iniziative che uniscono la bontà degli ingredienti e dei piatti dell’Alto Adige con il divertimento invernale. È il caso del percorso che invita a Sciare con Gusto sulle piste dell’Alta Badia, dove 8 giovani chef carismatici e innovativi sapranno conquistare i palati di tutti gli sciatori in pista grazie al loro approccio di rinnovata tradizione dal sapore decisamente sostenibile. Le loro creazioni, servite dai rifugi partner, saranno degustabili durante tutta la stagione invernale.

Numerosi gli eventi gourmet da non perdere in Alta Badia , tra cui Sommelier in Pista, l’appuntamento che da anni permette agli amanti delle Dolomiti di conoscere i migliori vini dell’Alto Adige con gli #sci ai piedi e che quest’anno si snoderà attraverso 8 incontri dall’11.01.2022 al 05.04.2022; la Colazione tra le vette, perfetta per i mattinieri che, dopo la salita con gatto delle nevi, potranno gustare un’energica colazione a base di prodotti tipici dell’Alto Adige; e il Roda dles Saus, l’iniziativa che si terrà nella settimana dal 13 al 20 marzo 2022 nella zona sciistica di Santa Croce e prevederà 7 giorni di prelibatezze della tradizionale cucina ladina.

Il territorio non finisce di stupire grazie allo SpeckAperitivo sulla neve organizzato nei fine settimana di marzo nel comprensorio di Rio Pusteria. In 7 rifugi dell’area sciistica lo Speck Alto Adige IGP farà da padrone in una degustazione che coinvolgerà anche numerosi altri prodotti tipici altoatesini, insieme a deliziosi cocktail di accompagnamento.

Gli amanti dell’Altipiano del Renon e della vicina Bolzano non potranno resistere all’evento Gastronomia sulla neve il 29 gennaio, la cui cifra significativa sarà il 6: 6 cuochi, 6 baite & ristoranti, 6 specialità tipiche del Renon, proposte in diversi rifugi situati proprio sulle piste e lungo i sentieri del Corno del Renon e a Tre Vie. Con un leggero spuntino o un pasto energetico, sei cuochi della zona sapranno deliziare i bongustai più esigenti. Un’ottima occasione per degustare, ancora una volta, le bontà uniche dell’Alto Adige e per fare tesoro delle ricette protagoniste della giornata, grazie alla cordiale collaborazione degli chef nei rifugi. Ma i più golosi aspettano un solo appuntamento: il Festival del Formaggio a Campo Tures, in Valle Aurina, dal 18 al 20 marzo 2022, alla sua 14esima edizione e con più di 100 espositori provenienti da tutta Europa. Un laboratorio del gusto, in cui non solo i grandi, ma anche i più piccini, si divertiranno in un ambiente dal sapore decisamente familiare.

In Val Senales, invece, saranno i vini altoatesini a fare da padroni con Glacier & Wine che porterà la bontà sui ghiacciai per tutta la stagione invernale, offrendo agli sciatori una

2

degustazione di vini selezionati accompagnati da alcuni assaggi dei piatti tradizionali. A Merano diverse le iniziative: dall’Aperitivo stellato dello Chef Andrea Fenoglio al ristorante Sissi, che dal 12 gennaio al 16 marzo 2022 ogni mercoledì coinvolge in uno speciale aperitivo per assaporare alcune delizie proposte dal ristorante e fare una piacevole chiacchierata con lo chef; alle Gourmet Walks, una vera e propria passeggiata enogastronomica guidata fra cultura e gusto per cui vuole conoscere i protagonisti della gastronomia meranese.

Il modo migliore per vivere l’Alto Adige? Gustandolo!