Cookie Consent by Free Privacy Policy website Ecco l'Italian Challenge Open, la Pro-Am al team di Maccario
giugno 30, 2022 - Federgolf

Ecco l'Italian Challenge Open, la Pro-Am al team di Maccario

Al #golf Nazionale di #sutri (Viterbo) è tutto pronto per il quarto evento dell’Italian Pro Tour 2022 - inserito anche nel calendario del Challenge Tour, il secondo circuito europeo maschile – che vedrà in gara 156 giocatori, di cui 13 azzurri

L’attesa è finita. Prende il via sul percorso del #golf Nazionale, la casa del #golf italiano, a #sutri (Viterbo), l’Italian Challenge Open, uno degli appuntamenti più attesi del #challengetour2022 e quarto evento stagionale dell’Italian Pro Tour, il circuito di gare nazionali e internazionali della FIG.

Ad anticipare la competizione, in programma dal 30 giugno al 3 luglio, la tradizionale Pro-Am vinta dal team guidato dall’azzurro #federicomaccario, subito protagonista.

E adesso è l’ora dei big. In campo 156 protagonisti, di cui 13 italiani – da #matteomanassero a #lorenzoscalise – che si contenderanno un montepremi di 350.000 euro, con prima moneta di 56.000. Su un percorso in perfette condizioni, che ha già conquistato tutti i partecipanti.

La Pro-Am al team di #federicomaccarioCon un totale di “-36”, è stata la squadra del “pro” #federicomaccario, con Stefania Chiari, Maurizio Della Camera e Tommaso Cuomo a conquistare la Pro-Am dell’Italian Challenge Open. Al secondo posto con “-28”, il team guidato dal danese Martin Simonsen, con Ludovico Zajotti, Enrico Chiocci e Francesco Zajotti che ha preceduto quello dello scozzese Liam Johnston, con Fabio Anconetani, Pierpaolo Paoluzi e Francesco Fracassi, in 3/a posizione con “-27”. Quarta piazza con “-26” per la compagine dello spagnolo Javier Sainz, con Federico Pianigiani, Giampaolo Morelli e Paolo Ciardi. Quinta posizione con “-25” per la squadra dello svedese Jens Dantorp, con Andrea Pischiutta, Celso Lombardini e Carlo Gianni. Hanno partecipato alla Pro-Am, tra gli altri, l’ex calciatore (tra i protagonisti del Napoli di Maradona) Giuseppe Incocciati e l’attore Davide Devenuto.

E’ l’ora dei campioni. Il field è di livello, 13 gli azzurri in campo - Che l’evento sia atteso anche dai giocatori del Challenge Tour, il secondo circuito europeo maschile, lo testimonia il field dove spiccano nove dei primi dieci della Road to Mallorca (l’ordine di merito) tra i quali mancherà solo il sudafricano Juan Carlo Ritchie, il leader. Ma a garantire spettacolo saranno sicuramente gli altri nove: lo svedese Jens Dantorp (secondo), i danesi Martin Simonsen (terzo), Nicolai Kristensen (settimo) e Oliver Hundeboll (ottavo), lo svizzero Jeremy Freiburghaus (quarto), il tedesco Alexander Knappe (quinto), il francese Clement Sordet (sesto), il belga Christopher Mivis (nono) e l’inglese Marco Penge (decimo).

Saranno invece 13 gli azzurri in gara. Con #matteomanassero e #lorenzoscalise, i due più in alto nell’ordine di merito del #challengetour2022, ci saranno: #federicomaccario, Jacopo Vecchi Fossa, Aron Zemmer, Luca Cianchetti, Filippo Bergamaschi, Enrico Di Nitto, Michele Ortolani, Cristiano Terragni, Andrea Romano, Giulio Castagnara ed Edoardo Raffaele Lipparelli. In passato gli azzurri sono stati più volte protagonisti nella competizione. Già due i successi italiani: nel 2009 con Edoardo Molinari (vicecapitano del team Europe alla Ryder Cup 2023) e nel 2015 con Matteo Delpodio (Direttore Tecnico delle Squadre Nazionali della FIG), sempre all’Olgiata #golf Club di Roma.

Riflettori puntati anche sul belga Kristof Ulenaers, gli inglesi Todd Clements e Alfie Plant, a segno nel precedente Blot Open de Bretagne, lo spagnolo Javier Sainz e sul francese Ugo Coussaud.

Formula e montepremi – L’Italian Challenge Open si disputerà sulla distanza di 72 buche, con taglio dopo 36 che lascerà in gara i migliori 60 classificati e i pari merito al 60/o posto. Il montepremi è di 350.000 euro, di cui 56.000 andranno al vincitore.

Il percorso di gara – Disegnato dagli architetti George e Jim Fazio e David Mezzacane il percorso, di alta caratura tecnica e qualitativa, si snoda in un suggestivo paesaggio naturale, tra boschi e querce secolari. Nel tempo ha ospitato tante manifestazioni di prestigio tra le quali la World Cup nel 1991 e il Campionato Europeo Dilettanti nel 1992. Il #golf Nazionale è anche la sede del Centro Tecnico Federale, base operativa per tutte le figure professionali legate alla disciplina. Una ulteriore testimonianza di come la crescita di tutti i settori del movimento, non solo di quello sportivo, sia uno degli obiettivi prioritari del Progetto Ryder Cup 2023. Il circolo ha sposato i principi dell’ecosostenibilità con il manto erboso costituito da una Bermuda Grass di nuova generazione che si adatta bene al clima del bacino del Mediterraneo e consente di superare nel modo migliore inverni molto rigidi.

I Partner - L’Italian Pro Tour ha il supporto di DS Automobiles (Main Partner); Fideuram (Official Bank); Kappa (Technical Supplier); Rinascente (Official Supplier); Eureco (Official Supplier); Corriere dello #sport, Tuttosport, Il Giornale (Media Partner). #sport Senza Frontiere Onlus (Social Partner). Official Advisor: Infront.

29 giugno 2022

Ti potrebbe interessare anche

giugno 13, 2022
maggio 24, 2022

Volvo Car Scandinavian Mixed, dominio Grant. Melgrati 20/aChallenge Tour, Johnston vince l'Empordà Challenge. Manassero 8/oAlps To...

A “La Pinetina #golf Club” di #appianogentile (Como) è tutto pronto per il terzo evento dell’Italian Pro Tour 2022, inserito anche...